Contributo Ambientale Conai: le principali novità per il 2020

contributo ambientale conai: le principali novità per il 2020.

[nd_options_spacer nd_options_height=”20″]Come ogni anno le aziende che importano materiali imballati o imballaggi vuoti dall’estero oppure sono produttrici di imballaggi, devono verificare l’assoggettamento e la periodicità relativa alle dichiarazioni per il versamento del contributo ambientale al CONAI (dichiarazione in procedura ordinaria o semplificata) entro e non oltre il 20 gennaio 2020.

Per il 2020 il CONAI ha ritenuto di aumentare le soglie di esenzione nei termini illustrati nel seguente prospetto.[nd_options_image nd_options_align=”center” nd_options_image=”1831″ nd_options_width=”100%”]Inoltre, per le sole procedure ordinarie, è stata introdotta nel contempo una soglia minima di dichiarazione, a soli fini statistici, basata sul peso degli imballaggi immessi al consumo nell’anno di riferimento ce risulta pari a 10 tonnellate a prescindere dal valore del contributo relativo.

In sostanza, al raggiungimento di almeno 10 tonnellate per singolo materiale, la dichiarazione è comunque dovuta anche laddove il correlato contributo risulti inferiore alla soglia di esenzione.

 

La modalità di invio delle dichiarazioni del contributo ambientale CONAI è esclusivamente telematica attraverso il portale del CONAI (www.conai.org).

 

Per quanto concerne i contributi ambientali, segnaliamo le variazioni in vigore dal 1° gennaio 2020.

 

PER LA PROCEDURA ORDINARIA:

  • il Contributo Ambientale per gli imballaggi in carta aumenteràda 20,00 €/ton a 35,00 €/ton.
  • Per gli imballaggi poliaccoppiati a prevalenza carta idonei al contenimento di liquidi, il cui contributo ambientale è pari a 55,00 €/ton.
  • il Contributo Ambientale per gli imballaggi in plastica aumenterà da 263,00 €/ton a 330,00 €/ton.
  • Per quelli diversificati per gli imballaggi in plastica aumentano per le seguenti fasce:
  • Fascia B2: 263,00 €/ton a 436 €/ton (Altri imballaggi selezionabili e riciclabili da circuito “Domestico”)
  • Fascia C: 369,00 €/ton a 546 €/ton (Imballaggi non selezionabili/riciclabili allo stato delle tecnologie attuali)
  • Restano invariate le fasce A e B.

L’elenco di tali imballaggi è riportato nella guida “Diversificazione contributiva per gli imballaggi in plastica” scaricabile dal sito del Conai.

  • il Contributo Ambientale per gli imballaggi in legno aumenteràda 7,00 €/ton a 9,00 €/ton.

 

PER LA PROCEDURA SEMPLIFICATA:

Le aliquote da applicare sul valore complessivo delle importazioni (in Euro), in caso di utilizzo delle procedure semplificate per le importazioni di imballaggi pieni, passeranno:

  • dal 0,16% al 0,17% per i prodotti alimentari imballati;
  • dal 0,08% al 0,09% per prodotti non alimentari imballati.
  • il Contributo Ambientale per la procedura forfetaria di dichiarazione sul peso dei soli imballaggi delle merci importate (peso complessivo senza distinzione per materiale) aumenterà da 64,00 €/ton a 85,00 €/ton.

Restiamo a disposizione per supportarvi nella verifica di  assoggettamento  alle dichiarazioni periodiche.

Siamo lieti di informarVi che nella sezione Formazione del nostro sito abbiamo pubblicato il CALENDARIO DEI CORSI SICUREZZA DEL 2024. ...
Siamo lieti di comunicarvi che la nostra azienda ha stretto una PARTNERSHIP con Eukinetica star bene Lavorando per lo svolgimento delle attività di formazione relative ai corsi che trattano tematiche ...
Il Decreto Lavoro introduce una modifica importante: DVR obbligarotio per gli studenti in alternanza scuola-lavoro. Scopriamo tutti i dettagli. ...