Protocollo di aggiornamento Covid-19 – 6 Aprile 2021

Protocollo di aggiornamento Covid-19 – 6 Aprile 2021

Martedì 6 aprile 2021 è stato sottoscritto il nuovo «Protocollo di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid negli ambienti di lavoro», che aggiorna i precedenti
accordi sulla salute e sicurezza (tenendo conto di quelli del 14 marzo e 24 aprile 2020). In pratica sono state definite le nuove regole a cui azienda e lavoratore devono attenersi sul luogo di lavoro.

Si conferma poi che “la mancata attuazione del Protocollo, che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza”.
Rispetto alle precedenti versioni l’attuale protocollo condiviso riporta diverse novità, anche se per lo più in relazione alla nuova normativa di riferimento e alla riscrittura di alcune misure e indicazioni.
Ad esempio riguardo all’uso dei dispositivi di protezione individuale nel punto 6 del Protocollo condiviso si indica che “in tutti i casi di condivisione degli ambienti di lavoro, al chiuso o all’aperto, è comunque
obbligatorio l’uso delle mascherine chirurgiche o di dispositivi di protezione individuale di livello superiore.
Tale uso non è necessario nel caso di attività svolte in condizioni di isolamento, in coerenza con quanto previsto dal DPCM 2 marzo 2021”.
Altre novità riguardano poi, a titolo esemplificativo, il punto 8 e le trasferte.
Scompare il riferimento alla sospensione/annullamento e si indica che “è opportuno che il datore di lavoro, in collaborazione con il MC e il RSPP, tenga conto del contesto associato alle diverse tipologie di trasferta
previste, anche in riferimento all’andamento epidemiologico delle sedi di destinazione”.

Un’altra novità è nel punto 2 ed è relativa alla riammissione al lavoro dopo il contagio: “i lavoratori positivi oltre il ventunesimo giorno saranno riammessi al lavoro solo dopo la negativizzazione del tampone
molecolare o antigenico”.

Relativamente alla formazione dei lavoratori al punto 10 del protocollo aggiornato (Spostamenti, riunioni, eventi interni e formazione) si specifica, come già stabilito dall’articolo 25, comma 7 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 marzo 2021, che: “Sono consentiti in presenza […] i corsi di formazione da effettuarsi in materia di […] salute e sicurezza […] in coerenza con i limiti normativi vigenti, a condizione che siano attuate le misure di contenimento del rischio di cui al «Documento tecnico sulla
possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione» pubblicato dall’INAIL.
È comunque possibile, qualora l’organizzazione aziendale lo permetta, effettuare la formazione a distanza, anche per i lavoratori in lavoro agile e da remoto”.

Scarica il protocollo COVID in formato pdf

Scarica la tabella riportante le variazioni introdotto con il protocollo del 06.04.21 in formato pdf

Siamo lieti di informarVi che nella sezione Formazione del nostro sito abbiamo pubblicato il CALENDARIO DEI CORSI SICUREZZA DEL 2024. ...
Siamo lieti di comunicarvi che la nostra azienda ha stretto una PARTNERSHIP con Eukinetica star bene Lavorando per lo svolgimento delle attività di formazione relative ai corsi che trattano tematiche ...
Il Decreto Lavoro introduce una modifica importante: DVR obbligarotio per gli studenti in alternanza scuola-lavoro. Scopriamo tutti i dettagli. ...